Legislazione

I motoveicoli sono veicoli a motore a due, tre o quattro ruote. Questi ultimi sono veicoli a quattro ruote destinati al trasporto di cose con al massimo una persona oltre al conducente nella cabina di guida, ai trasporti specifici e per uso speciale, la cui massa a vuoto non superi le 0,55 t, con esclusione della massa delle batterie se a trazione elettrica, capaci di sviluppare su strada orizzontale una velocità massima fino a 80 km/h. Le caratteristiche costruttive sono stabilite dal regolamento. Detti veicoli, qualora superino anche uno solo dei limiti stabiliti sono considerati autoveicoli"
    
(Codice della strada Art.53 h)

Limiti di massa e di carico

Sono equiparati ai tricicli e ai motocicli e si dividono in:

  • Quadricicli leggeri: veicoli la cui massa a vuoto è regolamentata a un limite massimo di 350kg, con una capacità di carico massima non superiore ai 200 kg. Sono equiparati ai ciclomotori e possono essere condotti con o senza patente, a seconda della legislazione in vigore in ciascun paese.
  • Quadricicli pesanti: questi quadricicli a seconda del loro utilizzo hanno limiti differenti: Per il trasporto di persone, veicoli la cui massa a vuoto è
  • Nel peso della massa non è compreso il peso delle batterie per i mezzi dotati di motore elettrico.

    Limiti di potenza, cilindrata e velocità in Italia

    I limiti di potenza e cilindrata variano a seconda della categoria in cui ricade il quadriciclo.

    • Quadricicli leggeri; Potenza massima pari o inferiore a 4 kW, con una cilindrata massima di 50 cc per i motori ad accensione comandata, mentre non ci sono limiti di cilindrata per i motori termici di altro tipo o motori di altra natura, come i motori elettrici che non hanno una cilindrata, mentre non possono essere capaci di viaggiare a oltre 45 km/h.

    Patente richiesta in Italia

    Se il quadriciclo rientra nella categoria quadriciclo leggero è sufficiente il solo certificato di idoneità alla guida, conseguibile a soli 14 anni, in quanto il codice della strada lo paragona ad un ciclomotore a quattro ruote.


    Clicca qui per leggere l'articolo dell'ACI